27
Mar 17

L’anno del Miracolo – 27 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
E’ tutta una questione di prospettiva. Ti ho già parlato di quelli che dicono “E’ bravo, si sveglia solo tre volte per notte” e io che penso “Tre volte? Ma è un incubo!”, mentre invece per qualcuno è normale.
Perciò, sonno a parte, sto incominciando a chiedermi se io e mamma stiamo dicendo di aver fame con la pancia piena. Alla fine sei bravo, ormai portarti in giro (anche in macchina) è uno spasso.
Quindi mi chiedo: non è che mi sto lamentando troppo? Poi sbadiglio, lo faccio ancora, ancora e ancora e penso che, forse, anche no.


26
Mar 17

L’anno del Miracolo – 26 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
Yes! Yes! Yes! E’ questa la tua parola del momento. C’è questo lottatore che in televisione entra in scena mettendo in alto gli indici e urlando, appunto, Yes! Yes! Yes!
Tu hai visto noi imitarlo ed hai iniziato anche tu ad alzare le manine e cercare di dire Yes! Yes! Yes!
Ogni giorno c’è una nuova sorpresa.
Ti dirò di più, sottovoce, sono due notti che sembra quasi tu sia bravo. Lo dico piano… Yes! Yes! Yes!


25
Mar 17

L’anno del Miracolo – 25 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
Oggi ho letto di un papà che, affetto da una di quelle malattie che non lasciano scampo, ha lasciato una memoria a sua figlia. Ha scritto “Figlia mia, non sottovalutare la felicità che hai portato negli ultimi giorni della mia vita”.
La bambina era una neonata, quasi come te. Mi sono commosso ed ho pensato a quanto sia vero quanto quel padre aveva scritto. A quanto è vero che anche senza parlare tu mi stai salvando la vita, rendendola piena e soprattutto degna.
Quindi, a scanso di equivoci, grazie.


24
Mar 17

L’anno del Miracolo – 24 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
Oggi un bambino di nove anni mi ha mandato a quel paese. Quel paese vuol dire proprio affanculo. La cosa strana, purtroppo è che non ero per nulla stupito. Non so di chi sia la colpa, non so se c’entra internet, la televisione o altro, fatto sta che dopo il rimprovero (legittimo, te l’assicuro) c’è stata la parolaccia.
Allora ho pensato subito a te. E no, non perché di notte mi ispiri in quel senso.
Ho pensato se mai ti capiterà di rivolgermi un insulto simile, o di rivolgerlo a qualcuno che sta cercando di aiutarti a non sbagliare. Sarai libero di scegliere. Ma occhio, anche di deludere.


23
Mar 17

L’anno del Miracolo – 23 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
Prima o poi nella vita dovrai chiederti se vuoi essere felice oppure rimanere come sei. So di tornare spesso sul discorso felicità e lungi da me l’essere ripetitivo, ma di fatto quel che stai leggendo è il diario del tuo primo anno di vita ed in quanto tale vive di quel che vedo ogni giorno.
Che tu ci creda o no il grado di infelicità che si avverte intorno certi giorni è proprio fastidioso.
Rimanere come sei, dipende da te. Se sei infelice e ti senti così da tempo non farti condizionare da chi ti dice che è normale. Non è normale per niente, altroché, rompi il cerchio, fai un sorriso.


22
Mar 17

L’anno del Miracolo – 22 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
Ieri ti parlavo dei sacrifici necessari ad essere felici. Bene, quando arriva la sera di giornate come queste un po’ di dubbi arrivano. Perché? Beh oggi è domenica, ma sono più stanco di quando vado a lavorare. Porta un figlio di qui, porta l’altro di là, vai qui, vai là, il tutto condito dalla tua sveglia mattutina: ore sei, non si scappa, poco importa se è domenica.
Ma va bene così, siamo nati per essere bicchieri pieni, non scatole vuote.


21
Mar 17

L’anno del Miracolo – 21 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
A me ed alla mamma danno dei pazzi. Sai perché? A breve arriverà un nuovo cane in casa. Quando avevamo Luna , che come ti ho scritto abbiamo tenuto per diciassette lunghi anni, era tutto molto difficile. Era un cane difficile di suo che non faceva nulla per farsi volere bene, eppure, nonostante questo, appena non c’è stata più in casa si è rotto qualcosa. Persino la gatta Isabella non era più la stessa.
Così abbiamo fatto passare del tempo ed infine abbiamo deciso che è ora di una nuova avventura. E tutti a dire “Dopo la Luna? Siete pazzi!”. Ho già provato a scrivertelo: essere felici è faticoso!


20
Mar 17

L’anno del Miracolo – 20 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
C’è una parola ricorrente che hai imparato a dire. E’ “Ca-gn” e la pronunci come si legge. Nessuno ha idea di cosa significhi. Sappiamo solo che ad un certo momento della tua vita hai iniziato a dirla. Vai a capire come funziona il tuo cervellino. Non la dici indicando qualcosa, non la dici se qualcuno fa qualcosa a te. Semplicemente, ogni tanto dici Ca-gn.
E allora cosa vuoi che ti dica figlio mio, Ca-gn anche a te!


19
Mar 17

L’anno del Miracolo – 19 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
Oggi è stata la festa del papà. Tua sorella mi ha scritto delle cose bellissime ripercorrendo la nostra storia mediante delle foto. Tuo fratello ha piegato un foglio in due, ci ha disegnato una tastiera da una parte e dall’altra la schermata di Google con scritto “Qual’è il papà più bravo del mondo? Non mi serve cercarlo, lo so già”.
Infine anche tu mi hai fatto un lavoretto, bellissimo. Oddio lo hanno fatto le tue mastre dell’asilo (e cioè la mamma), ma quello che conta è il pensiero. Giusto? Ora ho paura che i regali siano finiti… Ti sei appena svegliato!


18
Mar 17

L’anno del Miracolo – 18 marzo

L'anno del miracolo - blog - icona
Oggi ho parlato con un amico che è diventato papà da cinque giorni. E’ incredibile accorgersi come a noi papà accomuni una cosa su tutte: l’incapacità di descrivere quelle che sono le sensazioni, le emozioni, lo stato d’animo che ci pervade quando teniamo voi, che siete i nostri figli, fra le braccia la prima volta.
Ho realizzato che c’è una sola via per capirlo, e cioè viverla.
Ti auguro di vivere la benedizione di diventare padre un giorno. Capire che siamo tutti legati, il primo uomo, tu e tuo figlio.